Su Facebook i seni “scendono in campo” per dire Sì al referendum del 17 aprile

Su Facebook i seni “scendono in campo” per dire Sì al referendum del 17 aprile

Il 17 aprile si vota per un importante referendum.”I seni scendono in campo per dire Sì al divieto, Sì alle energie pulite, No alle trivelle e all’inquinamento dei nostri mari”: è l’appello che alcune misteriose attiviste hanno lanciato su Facebook sulla pagina “Boobs Against Oil: le mie tette votano Sì” e al quale stanno rispondendo parecchie “tette coraggiose”, mostrando le curve e al contempo un bel messaggio ecologista.

La pagina Facebook (quasi) tutta al femminile si batte al che si possa fermare l’avanzata delle piattaforme petrolifere nell’Adriatico. Una sorta di “Escile” a fin di ambientalismo.

I messaggi per risvegliare le coscienze “green” sono svariati: dal “più efficienza energetica, più energie rinnovabili e riduzione dei consumi”, al “Sempre più spesso mangiare pesce cresciuto vicino a trivelle e pozzi estrattivi significa mangiare mercurio, cadmio, piombo, arsenico, benzene e altri idrocarburi”. L’obiettivo è di raggiungere il quorum del referendum e sventare la grave minaccia che affligge i nostri mari.

Su Facebook i seni “scendono in campo” per dire Sì al referendum del 17 aprile

 

Lascia un commento

Leggi altro:
Cose da Maschi vi presenta l’universitaria Kayla Shea

Chi l'ha detto che nelle aule universitarie e nelle biblioteche si incontrano solo delle brufolose e goffe ragazze? Chiedetelo ai...

Chiudi